Un mondo senza sedie

La struggente canzone di un cantante stonato, con il merito non indifferente di aver creato un mondo distopico quasi fantascientifico e di averlo messo in scena con delicatezza e ironia estreme.